Consulenza e Formazione Gestionale in Estetica e Medicina Estetica
Consulenza e Formazione Gestionalein Estetica e Medicina Estetica

La FarmaSpa

Il Farmacista è un punto di riferimento importante, nei grandi centri come nei piccoli paesi,un consulente,spesso un confessore. Ed è per questo che l'estetica in farmacia non può  essere considerata "effimera" legata solo al "bell'aspetto". Deve essere considerata invece elemento fondamentale della salute/benessere nella sua completezza. Da una nuova Idea,una nuova forma di Business. Il vento è cambiato e la farmacia deve riposizionarsi,questo è inevitabile. Occorre un rinnovato rapporto della farmacia con il territorio / cittadino.

     << Competitività, innovazione e imprenditorialità >>, questi sono i concetti che devono contraddistinguere il Farmacista del futuro e sono tra loro inscindibili. Integrazione totale è la parola d'ordine. Unica strada per il successo!

 

Con più di 70 società appartenenti al GCF.fornitori dedicati,con incrementi nell'ultimo triennio mai inferiore al 3%, circa il 40% rappresentato dalla vendita di prodotti corpo e igiene corpo. La Farmacia rappresenta un canale in piena evoluzione per il mercato Cosmetico. Si è passati dai 600 ml di € del 1976 ai 2.000 ml di € del 2014. Il potenziale del reparto dermocosmetico/estetico è enorme: l’elevata marginalità, unita ad un bisogno sempre crescente non solo di salute ma anche di benessere da parte dei clienti che ogni giorno entrano in farmacia, indicano che il trend dei consumi è destinato a crescere e che il punto vendita non può non sfruttarlo. Secondo un’indagine condotta sul canale farmacia, il consumatore che si reca presso questo punto vendita per comprare prodotti cosmetici è di età centrale e adulta,molto evoluto, risorse culturali ed economiche, una vita fortemente esposta al confronto sociale, propenso ad un elevato investimento nella cura di sé, con capacità di selezionare stimoli e proposte e affidarsi a saperi esperti. Cerca, cioè, un’offerta di prodotti veicolata da un “interlocutore” adeguato,credibile, in grado di garantire le promesse di performance del prodotto in termini di  sostanza, qualità, risultato e solo in ultimo di immagine. E’ proprio questo consumatore,intervistato, afferma anche che acquisterebbe più volentieri in farmacia se in presenza di: personale qualificato (33,6%), possibilità di sperimentare prodotti cosmetici all’interno di spazi adeguati e riservati(31,6%), possibilità di ricevere stabilmente a domicilio  informazioni sulle  novità nel campo dei prodotti cosmetici (25,3%)e possibilità di dialogare a distanza (tel o email)per poter avere consigli e orientamenti da parte della farmacia (22,1%). Alla luce di ciò, appare evidente come la realtà della farmacia abbia necessità di riposizionarsi nel settore  estetico, apportando/creando modifiche alla gestione del reparto. In che modo e con quali strumenti il farmacista può andare in questa direzione? Negli ultimi tempi, è cresciuta in maniera esponenziale la domanda della farmacia per la creazione di aree sempre più "importanti"dedicate al mercato cosmetico/estetico. In molti casi il progetto prevede anche la creazione di zone dedicate all'esecuzione del trattamento cosmetico professionale, fino ad arrivare a delle vere e proprie Spa.

 Dalla progettazione allo start-up /dalla selezione al controllo di gestione con particolare attenzione a tutti i dettagli. Un reparto dove regni "L'INTEGRAZIONE"e faccia la differenza con gli altri competitors della zona. Il partner ideale nel processo evolutivo necessario a costruire  e mantenere il valore nel tempo.

    

1. Studio di fattibilità.  2. Consulenza.  3. Progettazione e Realizzazione.

4. Selezione.  5. Formazione.  6. Bussiness Plan. 7.  Start Up. 8.  Eventi Speciali.

9. Dispersioni e Redditività. 10.  Modifiche Straegiche e Funzionali                                                

La Farmacia Estetica Un Business di Successo! Non può essere quindi né l’emotività, né l’intuizione a gestire UN TEAM DI SUCCESSO.  ORGANIZZARE UNA PROCEDURA DI GESTIONE E’ VITALE. La Farmacia un Azienda sempre in Movimento saremo lieti di aiutarla

nel suo progetto integrato

Regolamento, alcune farmacie ce l’hanno fatta ed hanno avviato l’attività di cabine in cui estetiste diplomate eseguono trattamenti estetici a pagamento. E’ una novità da molti  ambita,da molti creduta impossibile,oramai una realtà in fase di consolidamento. Per la maggior parte la difficoltà è costituita dall’autorizzazione dei locali da parte delle ASL e dei comuni, ancora impreparati a questo tipo di iniziativa. Per quanto riguarda la professione il presidente della FOFI,  chiarisce: "La disciplina attualmente vigente non dispone di alcun divieto alla possibilità di effettuare trattamenti estetici a pagamento in farmacia". Quella dell’estetista non è una professione sanitaria e pertanto non vi è incompatibilità tra l’esercizio della farmacia e tale attività. Per quanto riguarda il rapporto di lavoro, l’estetista non può assolutamente essere “socia” della farmacia. La normativa vigente, infatti, sancisce la riserva di titolarità della farmacia ai soli farmacisti. Ciò comporta che nessun soggetto che non sia farmacista, abilitato, iscritto all’albo e in possesso del requisito dell’idoneità,può accedere alla titolarità di una farmacia o a parte della stessa. Il rapporto tra l’estetista e la farmacia può essere sia regolato da un contratto di lavoro con la farmacia (ad esempio, lavoro subordinato, co.co.pro, job sharing, ecc.) ovvero potrà inquadrarsi nell’ambito di una collaborazione professionale. Dalla tipologia di rapporto prescelto dipenderà la modalità di gestione degli introiti derivanti dal pagamento dei trattamenti estetici. L’estetista può dunque essere una dipendente della farmacia o una libera professionista e i trattamenti possono essere gestiti direttamente dalla farmacia, che può emettere un listino dei servizi forniti". In attesa dei decreti ministeriali attuativi ribadiamo che tutte le professioni non qualificate come professioni sanitarie (le estetiste, appunto) possono potenzialmente operare in farmacia.

Requisiti minimi per cabina autorizzata a trattamenti eseguiti da estetista: 

TRATTAMENTI VISO

Dimensioni minime 6 metri quadrati:  Poltrona;  Specchio con mensole porta materiale e biancheria;  Lavamani                                                                                                                                                                                                                            TRATTAMENTI VISO-CORPO

Dimensioni minime 9 metri quadrati:   Lettino;  Mobiletto porta biancheria e attrezzatura; Doccia e bagno,  Spogliatoio (con caratteristiche fissate dalla ASL di riferimento).  Altezza media 3 m; Climatizzazione;   Luce a basso numero di Kelvin

 UN ESEMPIO DI PROGETTAZIONE:                      2 cabine con doccia,servizi,reception c/attesa, 2 vetrine/entrata su strada. Totale 48 mq.

La realizzazione di un reparto, a prescindere dalle dimensioni, deve possedere dei requisiti fondamentali. Ancor prima nella fase progettuale, escluso il caso in cui il committente sia esso stesso in grado di ricoprire il ruolo è vitale essere affiancati da un team di specialisti indipendenti, l'unica sicurezza per concepire un progetto legato ai risultati e non alle forniture. Noi ti siamo sempre accanto. Dal desiderio alla soddisfazione del risultato. Il Mercato, le criticità,possono essere nemici spietati se non si conoscono le regole "del gioco".

CONTATTACI,TI EVITEREMO INUTILI SORPRESE!

Inizia col piede giusto

... centra l'obiettivo.

Il Mercato è in continua Evoluzione, lo Sviluppo

di nuove opportunità

è Costante.

Per qualsiasi domanda, richiesta, chiarimento

o per fissare un appuntamento chiama:

+39 336 772232

+39 06 97200083

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© TINFORMA Via Venticinque Aprile 107 00034 COLLEFERRO

Chiama

E-mail